• +39 091 5073457
  • Via Domenico Tempio, 1 - Palermo
Home - Chi Siamo - News - Guide - Contatti

Palermo - Deroghe concessioni suolo pubblico

Palermo - Deroghe concessioni suolo pubblico

Il Comune di Palermo, con delibera della Giunta Comunale n.133 del 25/05/2021 ha emanato un provvedimento atto a semplificare le procedure per il rilascio delle concessioni di suolo pubblico per le attività di somministrazione e di ristoro all'aperto. Lo scopo della semplificazione è dovuta al rilancio delle attività di ristorazione e somministrazione che a causa dell'evento pandemico sono state gravemente provate dalle continue chiusure e limitazioni. Con questo spirito, in MISURA ECCEZIONALE E TRANSITORIA si è prevista una semplificazione della procedura per l'ottenimento della concessione di suolo pubblico e una serie di deroghe alle prescrizioni previste dal relativo Regolamento Comunale, che cesseranno di essere valide al termine del periodo emergenziale e fino al 90° giorno successivo al termine del medesimo. In particolare, le deroghe transitorie concesse rispetto a quanto previsto dal Regolamento, possono essere così riassunte:

1) Le concessioni già rilasciate per attività di ristoro all'aperto saranno prorogate d'ufficio fino al  90° giorno successivo al termine del periodo emergenziale;

2) Sino al 31/12/2021 la presentazione dell'istanza di concessione o l'ampliamento della superficie già concessa puo essere richiesta presentanto una semplice domanda con allegata un'autocertificazione dei richiedenti attestante stati di fatto e condizioni ed una planimetria con indicazione dell'area richiesta in concessione (in questo caso sarà necessario attendere il relativo provvedimento concessorio pprima di occupare il relativo suolo richiesto in concessione), se invece, viene allegata anche la perizia asseverata da parte del tecnico abilitato che attesti il rispetto dei requisiti previsti dal Regolamento e dal Codice della Strada, si può procedere immediatamente all'occupazione del relativo suolo pubblico;  

3) Sono ridotte al minimo previsto per legge tutte le misure di distanziamento previste dal Regolamento nel caso di suoli pubblici in adiacenza;

4) Saranno consentite le occupazioni di suolo pubblico nelle aree pedonali anche non a ridosso dell'edificio, questo vale prevalentemente per quelle vie in cui il Regolamento vieta le occupazioni in aderenza agli edifici (ad esempio Via Principe di Belmonte) in tal caso, sarà consentita l'occupazione di suolo pubblico nelle parti centrali della carreggiata;

5) Sarà consentito solo a coloro che non abbiano altra possibilità, di occupare lo spazio esterno anche al di fuori della proiezione ortogonale del locale e anche non in corrispondenza della relativa pertinenza, puchè nelle immediate vicinanze, e sempre che venga ottenuta la relativa registrazione sanitaria da parte dell'ASP competente per territorio. Tale occupazione non dovrà comunque arrecare danni a terzi, dovrà consentire il passaggio dei mezzi di soccorso, non essere in aderenza a immobili monumentali o su spazi di beni culturali o di interesse storico e non dovrà intralciare il passaggio da e per eventuali condomini adiacenti nè togliere visibilità ad altri esercizi, salvo che venga prodotto un formale assenso del condominio e dell'esercente.

6) Non occorre assenso alla collocazione dei dehors da parte del proprietario o del locatario degli immobili viciniori;

7) Al fine di superare eventuali dislivelli e/o sconnessioni della pavimentazione stradale, potranno essere installati dehors della tipologia D4 di cui all’Accordo Comune di Palermo-Soprintendenza BB.CC.AA. del 26/04/2021, comprendenti quindi pedane in legno, sia pure nel rispetto delle norme di sicurezza e adeguatamente segnalate con materiali rifrangenti. Restano fermi i divieti posti per le zone di interesse 1 di cui al sopracitato Accordo.

8) Qualora la concessione di suolo pubblico venga richiesta in corrispondenza degli stalli, concessi in gestione ad AMAT, il ristoro da attribuire ad AMAT per la collocazione di dehors negli stalli di sosta il cui controllo è ad essa affidato va commisurato alla redditività media egli stalli medesimi, calcolata sulla base del ricavato dalla vendita dei tagliandi e del numero di stalli complessivamente ad essa assegnati. Esso verrà riscosso dal Servizio Concessioni Suolo Pubblico e successivamente riversato ad AMAT per compensare il minore introito derivante dalla sottrazione degli stalli. Tale disposizione è da considerarsi definitiva e permarrà quindi anche dopo il termine del periodo emergenziale. Inoltre le risultanze del verbale di riunione del 13 maggio 2021 ex art. 26 del Contratto di servizio stipulato tra Comune di Palermo e A.M.A.T. s.p.a,, in base al quale il Servizio Rilascio Suolo Pubblico e Pubblicità applicherà, in prima istanza, per gli stalli blu AMAT occupati dai concessionari, il ristoro di € 150,00 al mese per stallo salvo conguaglio nelle more dell’individuazione del ristoro ricavato dalla redditività media di uno stallo blu;

9) La concessione del suolo può essere rilasciata anche nelle vie che dovessero essere chiuse al transito veicolare in alcune ore della giornata e limitatamente a tali ore.
 
10) Viene disposto al Servizio Mobilità Urbana di valutare la possibilità di chiusura almeno nelle ore serali di quelle vie le cui dimensioni non consentano l’utilizzo degli spazi esterni in concomitanza col transito veicolare, quali ad esempio via Vetriera, via S. Nicolò, all’Albergheria, via Nunzio Nasi, piazza Saponeria, via Pannieri, vicolo Caldomai, piazzetta Visita Poveri, via Visita Poveri, via Lattarini, via Cagliari, via Mario Puglia, via Calascibetta.
 
In allegato la deliberazione della Giunta Comunale  n.133 del 25 maggio 2021
 
 



Torna Indietro